Londra

Tea & Coffee: Dopo aver visitato i più famosi musei londinesi (molti dei quali hanno l’ingresso gratuito), non perdetevi un caffè, un thè, uno spuntino nelle famose caffetterie e ristoranti dei musei. Tra tutte, vi consigliamo il ristorante al sesto piano della Tate Modern Gallery, che ha una splendida vista sulla Cattedrale di St. Paul e sulla City di Londra.

Harry Potter: Per gli amanti di Harry Potter non mancheranno gli spunti per riconoscere ambienti ed atmosfere che hanno caratterizzato la celebre saga, un esempio: alla stazione King’s Cross di Londra esiste davvero il binario 9 e ¾, quello da dove parte il treno che porta i maghetti alla scuola di Hogwarts, riconoscibile per un carrello che, come nel celebre film, sparisce nel muro.

Street Art: Londra è la città dei graffiti, degli scarabocchi, dell’arte, ma quando tutto si mescola insieme, allora siamo davanti a un capolavoro di Bansky. I muri dei palazzi di Londra sono pieni di stencil dell’artista. Bansky è un pacifista e si rivolge al pubblico degli anonimi che passeggiano per caso nella città, il suo pubblico è formato da cittadini, turisti, la sua arte è per tutti. Per tutti coloro che vogliono conoscere la street art di Bansky a Londra esiste un percorso che conta di tre tour principali: Hoxton e Shoreditch; Farringdon e Clerkenwell; Waterloo, South Bank, Victoria ed Embankment.

Scozia

La Scozia – il  Kilt: il famoso “gonnellino scozzese”, ancora utilizzato per le occasioni speciali. Il Kilt è spesso confuso con il Tartan, il tessuto con cui viene cucito. Il Tartan è il tessuto tipico scozzese in linee e scacchi il cui colore e disegno sono unici per ogni Clan (famiglia allargata) scozzese. Gli scozzesi sono molto legati ai propri Clan e al proprio Tartan, considerato molto più che una “bandiera” per l’orgoglio storico e familiare.